Le aziende o attività che abbiano almeno un dipendente, collaboratore a progetto, collaboratore coordinato e continuativo, socio lavoratore o associato d'opera devono obbligatoriamente predisporre una valutazione dei rischi presenti sul lavoro che siano essi potenziali o effettivi. La valutazione del rischio deve essere contenuta in un apposito documento, il DVR (Documento di Valutazione dei Rischi), che deve essere conservato all'interno del luogo di lavoro.

Il DVR deve essere sistematicamente aggiornato in tutti quei casi in cui si presentino significativi cambiamenti all'interno della struttura lavorativa (aumento del numero di dipendenti, acquisto attrezzature, modifiche all'ambiente di lavoro, ecc..) tali da influire sull'entità dei rischi rispetto a come erano stati precedentemente valutati.

Valutazione di rischi speciali

In alcune tipologie di aziende vengono svolte attività soggette a rischi particolarmente specifici (rischio chimico, rischio rumore, rischio vibrazioni, rischio incendio, rischio polveri, rischio amianto, ecc..). In questi casi l'azienda deve obbligatoriamente predisporre una valutazione specifica che può necessitare l'utilizzo di particolari strumentazioni , questa valutazione dovrà poi essere riportata in un apposito documento o integrata al DVR.